• gil borz

Distretti Turistici e Autonomia Energetica

Aggiornamento: 31 lug

Si vanno moltiplicando le iniziative tese ad una Autonomia Energetica in capo alle principali aziende: da più fonti si rilevano "tetti fotovoltaici" posizionati su capannoni e insediamenti produttivi utili e necessari ad integrare la quantità di energia necessaria alla produzione.

Credo sia allora necessario valutare la possibilità di costituire delle Centrali dell'Energia Autonoma, in forma fotovoltaica, di supporto ai Distretti Turistici. Il che non significa abbandonare o trascurare la possibilità di disporre di impianti propri, autonomi e collocati sui rispettivi tetti, ma - al contrario - la definizione di Comunità Energetiche a sostegno delle attività turistiche.

Immagino che l'argomento possa essere di interesse per tutti quei "distretti turistici" che vedono l'offerta aggregata e polarizzata in termini di insediamento territoriale, elemento che consente la riduzione delle possibili dispersioni di energia nella fase di trasferimento, e ritengo che le associazioni alberghiere, di qualsiasi dimensione, dovrebbero farsi carico dell'argomento e avviare serie valutazioni di fattibilità, con particolare attenzione in materia di Qualità delle Performance delle installazioni (produzione energetica per metro quadro installato).



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti