• gil borz

Riflessioni in morte di Lovelock

Riflessioni in morte di Lovelock

Se mi domandi se esiste dio, ti rispondo che non esiste alcun dio, tanto meno un dio che giudica o un dio che mette l'umanità sopra ogni cosa.

Se mi domandi se esiste un principio della vita rispondo che sì, esiste una struttura, una forma, non necessariamente determinista ma più probabilmente infinalista, che dall'inorganico genera l'organico per consentire, ove possibile, la manifestazione e il mantenimento dell'organico. Una forma e una struttura, un campo, un'energia, che equilibra, in tempi per noi infiniti, le esigenze ambientali in coerenza con la permanenza organica.

Se mi domandi se esiste una struttura ampia ti rispondo che ogni soggetto finito è in sé cosmo e universo, e che ogni cosa “finita” ha in sé l'infinito ed è replica su dimensioni infinitamente divergenti ma strutturalmente e organizzativamente simili degli infiniti invisibili e dell'universo percepibile, organismo finito in mezzo ad altri organismi finiti.

www.ilpost.it/2022/07/27/james-lovelock-scienziato-morto/



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti